Home » Pubblicazioni

Pubblicazioni

 - GENEALOGIA e ARALDICA

Rosario Salvatore Migliaccio

Legittimità e competenza della Chiesa nell’accertamento genealogico, can. 108, e suo riflesso civile.

Presentazione del Card. Renato Raffaele Martino

Libreria Editrice Vaticana

Studi Giuridici

2014

 

Il testo è un utile strumento per chi desidera approfondire la storia di famiglia e per quanti si occupano di genealogia in modo scientifico e legale.

L’accertamento patrilineare fu spesso attuato e applicato dai Tribunali Ecclesiastici negli anni passati con la codificazione Pio-Benedettina del 1917. Anche se nella nuova codificazione del C.J.C del 1983 non è stato modificato il principio giuridico di applicazione, è stato utile approfondirne lo studio per evidenziare non solo le motivazioni a questo tipo di ricorso ma anche l’esplicazione, pur se a volte elementare e ripetitiva, dei vari passaggi processuali, del perché viene compiuto, del modo del compiersi e del suo valore oggi, specialmente con la pressante richiesta in questi ultimi anni presso i Tribunali Diocesani da parte di molti studiosi, cultori e ricercatori per ottenere un valido documento a volte richiesto da Istituzioni cavalleresche come il Sovrano Militare Ordine di Malta, entità ancora presenti ed operative nel tessuto sociale e culturale globale.

  

 - GENEALOGIA e ARALDICA

R. S. Lupo Migliaccio di San Felice

Ordine dell'Aquila Romana

'brevi cenni di storia e diritto'

presentazione del

Senatore Maurizio Gasaprri

vice Presidente della Camera del Senato

Roma 2015

 

Questi brevi cenni redatti da un cultore della storia raccolgono, per la prima volta nello stile di un veterano socio della Società Napoleana di Storia Patria, la vera immagine, anche se in modo critico e spesso analitico, dell'Ordine dell'Aquila Romana, oggi punto di incontro tra due momenti storici: un passato a volte scomodo da ricordare, anche se ricco di avvenimenti per quanto concerne il ventennio del secolo scorso, e un presente in cui, a fronte di una insufficiente verità storica, si cerca un revisionismo su uomini, fatti ed avvenimenti.

I rilievi, le critiche, i confronti e le menzioni contenute, costituiscono una memoria comune, in un perpetuo autocostituirsi, poichè oggi siamo insieme ciò che siamo stati in un passato recente e in un passato remoto.

L'Ordine cavalleresco dell'Aquila Romana nacque in una stagione storica in cui si poneva il problema dell'identità italiana, di forte contenuto ideologico, con le sue glorie, i suoi miti, le sue illusioni e le sue vicende dolorose, ed oggi, traendo una lezione di fronte al gran giogo della storia, rinunciando ad un illusorio misticismo, affrontando nuove realtà e nuove sfide, vuole perpetuare il ricordo di un patrimonio del passato, ma vuole anche restituire il giusto lume alla dignità dell'uomo, in un momento in cui la stessa identità dell'uomo vacilla. 

 

 

 

CONTINUA IL VIAGGIO NELL'ARALDICA EPISCOPALE DEGLI STATI UNITI

CONTINUA IL VIAGGIO NELL'ARALDICA EPISCOPALE DEGLI STATI UNITI - GENEALOGIA e ARALDICA

 

L'ARALDICA DEI VESCOVI DIOCESANI DEGLI U.S.A. - Volume II
Dalle origini ai nostri giorni - Edizione 2012.
di Enzo Parrino

 

Terzo numero della collana de "I quaderni di araldica diocesana" è dedicato agli stemmi dei presuli delle diocesi cattoliche di Albany, Evansville, Greensburg, Metuchen, Ogdensburg, Orlando, Palm Beach, Toledo e Worcester.

 

Disponibile nella versione:Cartonata - Formato 15x23 - colore - oltre 60 tavole araldiche - 180 Pagine.
Prezzo di vendita €24,90 DISPONIBILE SU ILMIOLIBRO.IT

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=823182

 - GENEALOGIA e ARALDICA

Mirko Fresia Paparazzo: Tommaso II: un Savoia Dimenticato – pag. 99 – Copyright 2011 – Prefazione di SAR Vittorio Emanuele di Savoia – Libro pubblicato a cura dell’Autore.

 Questo piccolo volume, curato nella grafica, con riproduzioni di alcuni interessanti documenti sia d’archivio sia fotografici, rappresenta un unicum nel panorama storiografico della Dinastia Savoia che in quei periodi dalla regione Francese si affacciava con forza già al Piemonte.

 Tommaso II di Savoia (1199 – 7 febbraio 1259) (sepolto nella Cattedrale di Aosta) fu conte di Savoia, sposò in prime nozze Giovanna di Hainaut (conosciuta anche come Giovanna di Fiandra od anche come Giovanna di Costantinopoli, figlia del conte Baldovino IX delle Fiandre e di Maria di Champagne). Nel 1244 Tommaso II rimase vedovo e successivamente convolò a nuove nozze con Beatrice Fieschi, nipote di Papa Innocenzo IV ( al secolo Sinibaldo Fieschi dei conti di Lavagna 1195 – 1254).

 Da questa unione nacquero quattro figli:

  1.  Tommaso, detto Tommasino, divenuto poi signore del Piemonte;
  2. Amedeo (1249 – 1325) suo successore dopo Bonifacio, Pietro II e Filippo I;
  3. Ludovico (1254 – 1302), divenuto poi Ludovico I del Piemonte, signore del Vaud, capostipite della linea omonima, che sposò in prime nozze Adelma di Lorena, quindi Isabella di Aulnay ed infine Giovanna di Montfort;
  4. Eleonora del Piemonte (1250 – 1296), andata in moglie a Ludovico di Forez-Beaujeu.

 Fin qui la volutamente scarna biografia che abbiamo riportata: per meglio tuttavia avere maggiori informazioni su questo eclettico personaggio, dalla vita avventurosa e travagliata, dalle gesta eroiche e coraggiose, dai patimenti subìti, occorre leggere con attenzione i vari capitoli che compongono l’opera in parola, dalla quale si evince tutta la forza e l’animo che erano caratteristiche di Tommaso II, a lungo, a torto, dimenticato dalla storiografia di rito.

 Il volume, diviso in tre distinte parti, tratta tutti gli aspetti che possono essere stati legati a questa figura d’inizio del passato millennio.

 La prima parte affronta gli aspetti biografici, storici, politici, di ascendenza e discendenza, di Tommaso II; la seconda parte tratta delle modalità di formazione del sepolcro di Tommaso II, con una indagine storiografica (e con la riproduzione della copertura del sarcofago anche a mezzo di disegno dell’Autore), individuando anche un piccolo enigma legato alla sepoltura; la terza parte di appendice riporta un sonetto ed altri documenti correlati al personaggio.

 Il risultato finale è quello di un piccolo ed interessante volume che si legge molto agevolmente, senza pedanterie con precisi riferimenti storico bibliografici, volume che colma una lacuna fin qui avuta circa questo importante personaggio.

 

Per chi fosse interessato all’acquisto del presente volume può fare richiesta direttamente all'autore a mezzo e.mail: mirko.fresia@gmail.com

RICERCA EREDI IN ITALIA E ALL'ESTERO

Carta Costituzionale della Repubblica Italiana

Carta Costituzionale della Repubblica Italiana - GENEALOGIA e ARALDICA

Disposizioni Transitorie e Finali ------- Art. XIV----------------- I titoli nobiliari non sono riconosciuti. I predicati di quelli esistenti prima del 28 Ottobre 1922 valgono come parte del nome. L'Ordine Mauriziano è conservato come Ente Ospedaliero e funziona nei modi stabiliti dalla legge. La Legge regola la soppressione della Consulta Araldica.

La genealogia non serve a rispolverare la nobiltà

La genealogia non serve a rispolverare la nobiltà - GENEALOGIA e ARALDICA

Bisogna sgombrare il campo che lo studio della genealogia serva a ricostruzioni di passati privilegi, essa è lo studio per accertare, individuare analizzare il nostro passato attraverso i nostri progenitori, per i fini più liberi, attraverso un prezioso patrimonio trasmessoci geneticamente come il DNA ed il nome.

NETWORK TRA PROFESSIONISTI

www.consulenti-tecnici.it

INSIEME PER MEGLIO OPERARE E TUTELARSI

INSIEME PER MEGLIO OPERARE E TUTELARSI - GENEALOGIA e ARALDICA

Giustizia senza prudenza può molto, ma prudenza senza la giustizia non vale nulla (Cicerone)